Velvet Passion Matte Lipstick – Crazy Colours

L’altro giorno ho letto dei pareri in merito, mi è anche scappato un commento al volo, e allora mi sono detta che potrei scrivervi la mia in merito. Sennó che ci sto a fare qua? E allora dai, dal telefono mentre mi godo gli sgoccioli di vacanza rimasti (a lunedi non riesco a pensarci…), ci proviamo, che ne dite? Vogliamo parlare dei nuovi colori dei Velvet Passion Matte lipstick di Kiko? Si parliamone! I colori, anzi i “crazy colours”, in questione sono: Viola orchidea (321), verde zaffiro (322), blu imperiale (323), grigio ardesia (324) e per finire nero (325). Io, dopo un iniziale tentazione e indecisione (sono pur sempre crazy), ne ho presi solo 3, per il momento: Il verde il blu e il grigio. Sul sito kiko vengono descritti come rossetti confortevoli dal colore matte. Abituata ai rossetti matte di Mac, io li definirei satin. (Ehi kiko, qui io scherzo, ironizzo, provoco, gioco, insomma non te la prendere… in fondo li ho comprati dai 😊) Non li trovo completamente matte insoma, ma questo non mi dispiace, anzi… a differenza dei matte questi secondo me rimangono più brillanti, sono più confortevoli, non seccano le labbra, hanno comunque un’ottima tenuta, e danno veramente il meglio se viene applicata una matita per contornare le labbra. Il mio preferito dei 3 è il blu imperiale. Colore pieno, deciso sin dalla prima passata, a mio parere è quello dei 3 che si attacca di più alle labbra. Crazy o no io mi ci sono sentita subito a mio agio, anche nonostante ricevessi qualche sguardo in più del solito, anzi la cosa alla fine non mi dispiaceva. L’ho portato spavalda e fiera come piace dire a me, e ne sono entusiasta! Tant’è vero che il mio nuovo motto in tema di rossetti adesso è “blu is the New nude” ☺. Gli altri 2 li trovo più morbidi e soprattutto il grigio meno pieno, ha bisogno di più passate per raggiungere quell’effetto! Comunque li trovo crazy e ottimi anche questi, anzi a questo punto spero che kiko faccia uscire altri colori così. Nel frattempo vi afgiorneró sui crazy rimanenti il prima possibile, promesso! Per concludere il prezzo è 8,90.


A presto

Strega comanda colore….

Con questa felpa rossa, con disegnata questa bocca enorme, ci metti un rossetto rosso come il disegno? Così mi ha detto il mio “amico del make up“. Alla fin fine, pur essendo una rarità, e pur sempre un uomo. Credo che non ce la fanno a staccarsi dal rosso pensando al rossetto. Sarà il nome a fregarli? Io un rosso su rosso non lo metterei ho risposto. Non che non si possa in assoluto o che non possa far anche un bell’impatto, a volte l’avrò anche fatto forse, ma non mi piace granchè. Allora metti un rosa, cerca di salvarsi lui…. Io sarei per un nude in questo caso rispondo pensandoci su. Ma rosa non è nude? No, non sempre, non proprio…. insomma dai, lasciamo stare altrimenti perdi i punti acquisiti!
E da questo discorsone illuminante (di cui vi risparmio il seguito), al successivo spargimento casuale dei miei rossetti, eccomi qui, a questo colorato post.
Un gioco più che altro. In realtà è un miniabbinamento, rossetto con una maglia, oppure una borsa o un accessorio o la prima cosa che mi viene in mente per quel colore. Ho usato solo i MAC. Non me ne vogliano gli altri che ho, ma insomma, si sa, mac è mac
Voi abbinate il rossetto o fate seguendo il caso ispirazione e stato d’animo del momento? (Rosso su rosso?)
Io per lo più la seconda, ma a lui non l’ho detto e quindi adesso, coerentemente, gioco ad abbinare.
Oggi tra l’altro mi sento proprio colorata! Voglio anche rimarcare il fatto che sono ordinata! E non sono una strega, ovviamente… (Non sempre almeno). Quindi, dopo questo preambolone, ecco in dettaglio quanto vedete in foto, creato con i miei 14 gioiellini, in ordine di apparizione (mehr sarà il 15esimo, arriverà presto!):
captive (abbinato ai sempre amabili fiori di Desigual) – have your cake (con pashmina svolazzante) – pink plaid (con cappellino col ponpon, ben coprente e a suo modo fascinoso, secondo me) – make me gorgeus (altra pashmina, più colorata e allegra, da aperitivo fino a tardi) – D for Danger (love, danger… che devo aggiungere?) – pink noveau (con la mia borsa strabella) – ruby woo (maglioncino “bucherellato” di primavera, con rosso su rosso direbbe qualcuno) – girl about town (maglia “da città”, per forza) – brave (la felpa che ha creato tutto ciò… ahinoi) – candy yum yum (Joe Falchetto e andiamo) – all fired up (con lui azzardo anche i “pois”) – heroine (borsetta “mi sento proprio bene”) – instigator (borsetta “mi sento anche meglio”) – rebel (lui non importa con cosa, va bene anche in tuta!)

Qui di seguito ve li ri-descrivo in ordine sparso. Così magari recupero un po’ di serietà verso l’argomento… 🙂 Che ne pensate?

icona-facebook-piccolatwitter-iconabadge_runner

 

 

Dondolando tra i colori

Nel colore scelto per le labbra ci vedo quel po’ di inverno che ancora resiste, in questo inizio stentato di primavera. Ma nel colore della borsetta, per l’occasione, c’è invece tutta la primavera che sta per “esplodere“! 🙂 Siam sempre sospesi un po’ nel mezzo daltronde. No? E’ tutto un equilibrio sopra la follia

Pronte per la Pasqua? Esigete il vostro uovo in regalo, mi raccomando! 😉
icona-facebook-piccolatwitter-iconabadge_runner

 

 

La primavera ormai è dappertutto….

…si struscia come un gatto contro i piedi del letto….

Sulla citazione musicale non credo servano spiegazioni (commenti negativi in merito non ne accetto eh! 🙂 ). Sugli acquistini di ieri c’è da dire che alla fine l’indecisione ha un po’ prevalso sulla fantasia. Volevo entrambi i blush ma ne ho trovato solo uno, ho preso il rossetto labbra in penna che più mi ispirava (02 bye bye winter tutto torna) e mi sono presa una pausa di riflessione sulla palette. La stagione è lunga, come dicono quelli che pareggiano. Torneró presto dai grandi piccoli stand essence ovviamente. Comunque, parlando di fantasia, proprio assente non era visto il pennello, no? Quindi per ora così, ma la primavera è lunga….. godiamocela!
icona-facebook-piccolatwitter-iconabadge_runner

 

 

Il mio gennaio 2016

Il primo mese del 2016 è andato. Un mese importantissimo direi. E’ il mese in cui è nato questo spazio, proprio qui dove ne sto parlando. Uno spazio nuovo e ancora parecchio da perfezionare ma in cui adesso vado a descrivere quello che ho usato di più in questo periodo.
Gennaio viene depo gli eccessi e le spese pazze delle feste e quindi spesso è un mese un po’ low cost. E anche la lista che vado a elencare risente di questo.
Premesso che non sono tutti necessariamente i miei prodotti preferiti, ma sono quelli che ho più utilizzato in questo mese, andiamo nel dettaglio:

mascara multi action essence – volumizza separa e allunga le ciglia. Scelto come ottimo sostituto del lush mania reloaded che essence ha deciso di togliere dal commercio. Per me un must da soli 3 euro

palette all about roses di essence – da amante dei rosa e di tutte le sue sfumature non potevo non averla. Colori “scriventi e polverosi” in rapporto al prezzo che ha (meno di 5 euro), super promossa per il trucco “da tutti i giorni” diciamo, il pack è molto comodo, perfetto per la borsa e per ritoccare il trucco ad ogni esigenza che può sopraggiungere (e sopraggiungono sempre, si sa)

rossetto cherry picking wet n wild – È un fucsia bello e freddo, matt, dall’ottima durata, anche 12 ore e il tutto per soli 3 euro!

kit per sopracciglia wet n wild – Una mini palettina in plastica con all’interno 2 colori uno più chiaro e uno più scuro, una cera fissante, mini pennellino, pinzetta e specchietto. Essenziale. Sta quasi sempre con me, al posto dei circa 4 euro spesi per averlo.

Ombretti duochrome mela stregata e fenice di neve cosmetics – Il primo violaceo con riflessi verde acqua, il secondo color rame con riflessi rosati. Questi li adoro proprio, sarà perchè rispecchiano il mio umore cangiante? Scherzi a parte, cambiano colore a seconda della luce. Sto pensando di prenderne altri

MAC lipstick brave finish satin – MAC è MAC c’è poco da dire. Io non sono molto amante dei nude ma posso dire di essere piacevolmente sorpresa da questo rossetto. Lo definirei rosato, ma credo con una punta di marrone, non l’ho mica ben capito in realtà, ma ho capito che mi piace, è confortevole, rende le labbra morbide e ha anche una buona tenuta.

Translucent mineral powder Hollywood di neve cosmetics – cipria trasparente che per circa 13 euro cancella la lucidità della pelle si applica e… et voilà il viso è liscio!

kajal color prugna di kiko – Questo vero super top! Morbido e facile da sfumare

La BFF di kiko l’ho citata in un altro post. Rossetto matita e smalto tutti di gran gusto!

Anche il fondotinta sublime di PuroBio si è già meritato che ne scrivessi per elogiarlo.

E per chiudere gli immancabili acquisti fatti, come dire per, curiosità, per prova, per sentito dire e per voglia di shopping del momento o chilosaperchè. Di questi, 2 sono andati alla grande:
blush toasted coffee di benecos
kajal black sempre di benecos

E adesso si volta pagina, siamo febbraio. Sempre qui e sempre in movimento. Ci sarà da cambiare, da confermare, da acquistare e da cercare. E ormai anche da continuare a scriverne.

Un saluto a tutte, e a presto

MAC che amore

Visto quanto di imprevisto e inquietante mi è successo in mattinata, per proseguire bene la giornata mi servivano grandi certezze. E quindi, alla fine o quasi delle varie operazioni, sono finita a rimirarmi con gli occhi “sbirlluccicanti” i miei rossetti MAC. Si, loro sono i miei preferiti e sono fantastici! Credo di non dire niente di nuovo ed eclatante, lo so. Parlar bene dei rossetti MAC è un po’ come dire che Al Pacino è un grande attore, che Venezia è una città splendida, che Freddie Mercury era un grande, che Gossip Girl è stata una fantastica serietv, e via dicendo di questo tipo, ma come detto ero in vena di sicurezze.
Secondo me ogni donna, a meno che non debba scontare qualche colpa gravissima, meriterebbe di possedere almeno un rossetto MAC, che a parer mio è il rossetto per eccellenza. L’ho già detto? Si è capito che li adoro?
Insisto, e voglio sfogarmi:
MAC lispstick , esistono diversi tipi di finish, io voglio parlare un po’ dei miei preferiti: matte, retromatte e satin. I primi due resistenti a tutte le intemperie l’ultimo un po’ meno ma comunque resistente. Avere labbra ben idratate può aiutare per indossarli al meglio, perché questi finish tendono a seccarle un po’ e si potrebbe rischiare di ritrovarsi con delle antiestetiche pellicine in evidenza, ma con questa piccola accortezza si avranno labbra perfette per tutto il giorno!
Con loro addosso puoi parlare, mangiare, bere, fumare, ma si anche baciare (credo sia in arrivo un certo san valentino) e loro restano li, con il loro bel colore in mostra, senza andarsene in giro per il viso!
Proprio per San Valentino alle porte, diciamo no ai regalini, ai pensierini, ai cioccolatini, ai gioielli, ai mazzi di fiori… vogliamo mazzi di trucchi, in questo caso di rossetti. (Beh magari per i gioielli facciamo che il no non sia proprio secco, come per le labbra).
Che il nostro Valentino ci delizi in questo modo allora. E se Valentino non c’è peggio per lui, facciamo da sole.
Scelgo i miei 3 top: Rebel, D For Danger e Ruby Woo. Tre bei colori intensi e decisi. Anche tra i nude ce ne sono diversi degni di nota. In questo periodo sono follemente innamorata del mio ultimo “bimbo”: Brave
Si potrebbe stare qui a parlare di rossetti MAC per delle ore. Ma adesso non resisto più, devo andare a metterne su uno, di corsa!
A presto gente!