4 – 1 . quattro acquistini e una delusione

Settimana passata all’insegna del numero 4, non trovate? Ma oggi è lunedi. Non scriverò le solite cose su questa giornata particolare va, e allora che la nuova settimana abbia inizio.
E che settimana per me questa! Da oggi inizio una nuova “avventura”, per ora non dico altro, solo che non ha a che fare col web e il makeup, ma comunque incrociate le dita per me dai. Ci conto eh
Torniamo a noi, nonostante i vari impegni dell’ultimo periodo ho trovato comunque il tempo di fare qualche acquistino. Magari avrete letto il mio accenno qui o notato qualche foto in merito su instagram. Si si insisto, sono anche instagram! 🙂
Ho anche altre cose da scrivere arretrate lo so, ma intanto butto giù qualche riga su questi acquistini e una piccola recensione su un prodotto che purtroppo mi ha deluso. Dite che sto diventando troppo critica? Ma no dai, sono sempre io.
Andiamo per gradi. Come detto nei giorni scorsi mi sono regalata qualcosa, nello specifico 4 prodotti. (questa settimana il 4 è proprio stato il mio numero preferito… capite a me).
Palette di illuminanti Solstice di Sleek, Primer Labbra Opacizzante di Yves Rocher, che promette di fissare e opacizzare qualsiasi rossetto applicato successivamente, Aceto da risciacquo sempre di Yves Rocher e il tanto decantato HD Liquid Coverage Foundation di Catrice.
A dire il vero quest’ultimo dovrebbe arrivarmi a giorni, su lui nutro grandi aspettative!
Gli altri già ce li ho, la palette ho appena cominciato a usarla ma, come detto sento che sta nascendo un amore, ma per lei e tutto il resto aspetto qualche giorno per poi dilungarmi e scriverne. E allora? Allora adesso, come anticipato, passiamo alla nota dolente, al “prodotto delusione”. Lo Shampoo Purificante per capelli grassi all’ortica, dalle proprietà antisebo, senza siliconi parabeni e colaranti, di Yves Rocher.
È il primo prodotto di questo brand con cui purtroppo mi sono trovata male. Questo shampoo formulato per rendere i capelli più setosi leggeri, e puliti più a lungo, su di me ha avuto l’effetto contrario. Sensazione finale di capelli sporchi e pesanti e mio massimo disappunto. Ho provato a riutilizzarlo ma sono finita a rilavarmi i capelli subito dopo averli asciugati.
L’ ho passato ad una mia amica per avere una sua opione… magari viene fuori che sono io il problema 🙂
Ok vado a trovare il tempo di scrivere qualcos’altro di più sfizioso (ho ancora i rossetti da approfondire) ma prima una “spiacevole comunicazione di serivzio”.
Ci tengo ad informarvi, anche per rielaborazione personale dell’accaduto, che per la prima volta in vita mia ho perso un prodotto di make-up!! Il rossetto n 07 matt matt matt di Essence. L’avevo comprato da poco, e messo solo una volta, ancora non me ne faccio una ragione! Non è neanche trovabilissimo… non mi capacito di quanto successo!
E adesso vado, ho tanto da fare, sia qui che al di fuori. Forza!
A presto. E mi raccomando, passate di qui:

icona-facebook-piccola twitter-icona

Follow my blog with Bloglovin

Make Up Eraser

Allora, proviamo a scrivere qualcosa di “serio” che non riguardi cibo, viaggi, vacanze, sogni e progetti utopici…… Ok ho lasciato dopo queste poche righe e sono tornata dopo un po’, abbassando le pretese. Adesso, come promesso a qualche mia seguace (scusate ma mi piaceva troppo scriverlo, torno in me prestissimo, promesso!), scriveró del panno struccante eraser. Lo vedete in foto, nella sua posa migliore, presa proprio da sephora.it Girovagando su YouTube tempo fa mi sono imbattuta in un tutorial dove il protagonista principale era questo simpatico panno color rosa acceso descritto come “rimuovi trucco”. Ovviamente sono diventata tutta occhi e orecchie, rimanendo nonostante questa forma impropria comunque attenta e bellissima (si ok adesso davvero torno in me, altri 5 minuti), ero troppo incuriosita dal fatto che struccasse solo con un passaggio, dopo averlo bagnato con acqua calda, quindi mi sono ripromessa di comprarlo quanto prima. Era proprio diventata una mission come dicono quelli bravi e profesional! Come già detto lo struccaggio è un momento importante della giornata (un po’ come la prima colazione e la scelta delle scarpe), è un rapporto intenso di amore e odio, una relazione peró sempre viva che si alimenta delle sue complicazioni e si autorigenera (sto andando meglio così?) e come in tutti i rapporti a volte non ti basta mai ma a volte due minuti sono già troppi…. (Scusate se generalizzo, io sono così non riesco a concepire pensieri differenti….. Scherzooooooo!) Vabbè insomma, l’ho trovato, l’ho provato e sono stata accontentata! Parlo dello straccio! Capitavo “casualmente” da Sephora mentre compravo libri impegnati di in certo livello e in più ragionavo sui problemi della civiltà moderna, quando l’ho visto e un attimo dopo ero in cassa, come un automa: preso! Adesso corro a casa e provo mi dicevo, ma invece niente: prima di utilizzarlo per la prima volta va lavato in lavatrice, con un lavaggio per capi delicati. Era sera e a malincuore l’evento è stato rinviato al giorno dopo, seppur a reti unificate con delle amiche curiose (e approfittatrici, per decidere se e quando comprarlo, brave brave…). Comunque il giorno dopo, la mattina di buon ora, un po’ come dopo la sorpresa di Natale, l’ho messo in lavatrice e dopo ho vissuto la mia solita intensa giornata in uno strano stato di attesa curiosità e ansia per la sera… finalmente era il momento! A noi 2 straccetto! Adesso posso dirlo, confermo tutto!! Per rimuovere il trucco basta passare il panno sotto l’acqua calda prima e sul viso poi, con movimenti circolari, e in men che non si dica lui toglie tutto. Non lo nego, ero un po’ scettica, soprattutto per il mascara visto che io ne metto a tonnellate (nonostante non sia mai completamente soddisfatta di quello che uso, ma la ricerca del mascara del cuore è un altro lungo discorso) ma mi sono dovuta ricredere, lo straccio magico toglie anche quello! In uno stato confuso di euforia e stupore ho fatto anche la prova del 9, ho passato un dischetto di cotone con il latte detergente sul viso, e sapete cosa? non ci stavano più tracce di trucco! Insomma perfetto? L’unica pecca potrebbe essere quella di doverlo lavare in lavatrice. Non si può fare una lavatrice al giorno solo per un pannetto non credete? Credo di aver risolto anche questa cosa che poteva portare a una crisi internazionale. Ho provato a lavarlo a mano, con il detersivo liquido per capi delicati e si lava benissimo lo stesso, in pochi istanti, dopodiché lo lascio asciugare all’aria! E una volta asciutto io e straccetto magico siamo pronti a ricominciare! Stessi risultati ogni volta. L’ho portato anche in viaggio con me. Lui appena arrivato si è imbarcato con me, ci sono mascara che aspettano questa emozione da tempo invece (si nota che cerco un mascara?). Insomma straccetto magico per me promosso e consigliato.Make Up Eraser prezzo 19.90 Sephora. Che ne pensate? Ormai si sta diffonfendo, voi lo usate? Lo proverete anche voi?

Ciao a tutte