Preferiti 2016

Ce l’ho fatta! Li metto in ordine sparso e con i pensieri altrettanto sparsi, ma sono loro per davvero. I miei top dell’anno. In alcuni casi anche i prezzi, più o meno aggiornati. Eccomi a condividere tutto con voi:

Fondotinta Sublime PuroBio: adoro questo fondo, l’ho scritto più volte, lo so. È un fondo per pelli da miste a grasse, con un’ alta coprenza. Non è semplicissimo da stendere, poiché si asciuga rapidamente, ma se si trova il “proprio metodo” secondo me è ottimo! Io per esempio lo stendo con il pennello n 03, sempre di purobio, a setole fitte e l’effetto è bellissimo. Come me!  🙂   (13,90€)

Dermablend fondotinta correttore fluido 16h di Vichi: fondotinta fluido con un’alta coprenza, ma che non crea alcun “effetto maschera”. Resiste tutto il giorno, semplicissimo da stendere ed è perfetto anche per coprire eventuali imperfezioni varie, ovviamente temporanee, per quelle rare volte che ci capita di averne, chiaro.  (€23)

Correttore Instant AntiAge di Maybelline: perfetto per coprire le occhiaie, sia quelle per cui ne valeva la pena che quelle non volute. Non entra nelle pieghette e non secca il contorno occhi. Peccato stia diventando difficile reperirlo. Ma si sa, le cose facili non danno abbastanza gusto  (9 €)

Liquid Camouflage High Coverage Concealer di Catrice: correttore waterproof ad alta coprenza, io lo utilizzo soprattutto per coprire gli effetti della cioccolata, delle persone sbagliate, delle corse nel traffico per motivi fastidiosi…. si insomma brufoletti e simili dai 😉

Palette Chocolate Bar e Sweet Peach di Too Faced: sono state le palette che ho utilizzato di più nel 2016, solitamente insieme, ma anche da sole alternate. Le trovo adatte per ogni tipo di trucco, dai più nude ai più strong, ci sono marroni caldi, “pescati”, rosa delicati viola e prugna. Sono tutti pigmentati tranne qualcuno un po’ più “polveroso”. Gli ombretti sono sia matte che satitinati. Too Faced a mio parere non delude mai! E non mi sta dando niente in cambio per dirlo, giuro! (€45 mi pare)

Matita Occhi nera(n20) e marrone(n22) Silky Skin makeup professional: queste sono senza dubbio le matite che ho utilizzato e preferito nel 2016. Super scriventi e sfumabili, sono le uniche che mi rimangono nella rima interna dell’occhio anche dopo molte ore.

Adesso mettiamoci comodi, parliamo di Mascara: se curiosate nel sito lo scoprirete che io con i mascara vivo un rapporto di amore e odio. Quando penso di aver trovato il mascara fatto apposta per me ecco che devo ricredermi, e poi ci si mettono anche i brand cosmetici a remarmi contro. I mascara che ho preferito sono stati quelli di Essence. E infatti due su due sono stati tolti dal mercato per fare uscire delle novità! Per la serie mai una gioia. Ma vabbè, incomprensioni di marketing a parte, il preferito qual è vi starete chiedendo. Ne citeró solo uno:

Pupa Vamp. Mascara di un bel nero intenso , effetto ciglia finte, anche sulle mie che non sono proprio da “flap flap” per evitare facilmente la multa col vigile. Eh si, ogni tanto un accenno di me ci può stare, quindi vi svelo questo segreto dai, le mie ciglia non sono esageratamente lunghe e folte. (€11 a seconda delle offerte)

Ah, per non contraddirmi, continuando a parlare di mascara, mi è piaciuto molto anche Better Than Sex, ancora Too Faced, nonostante continui a non darmi niente in cambio per le mie preferenze, non capisco! Il nome crea aspettative alte e fantasiose. Ora non sto a disquisire se le mantiene appieno, azzardando confronti scomodi, ma il mascara mi piace, malgrado abbia uno scovolino secondo me troppo pesante e quindi faccio fatica ad applicarlo. (poco più di 23,50)

Precision Eyebrow Pencil di Kiko : lei è la MIA matita per sopracciglia! Ne ho provati di prodotti per sopracciglia, matite, polveri, pozioni magiche e incantesimi… ma torno sempre da lei! Io utilizzo la n 4, per castane chiare e bionde (ecco, di nuovo. Non dite poi che di me non rivelo mai niente). Scrivente e morbida il giusto, aiuta le sopracciglia ad avere quell’aspetto ordinato ma naturale (5,90)

Pastello Neve Cosmetics: splendide matite labbra che possono benissimo essere utilizzate come rossetti. Colori belli pieni e coprenti! Le top per me sono invidia, amore pink e magnolia pink (€4,80)

Matte Lipstick D For Danger di Mac: un bel rosso ciliegia che non passa di certo inosservato. Come tutti i rossetti matte di Mac dura tantissimo. Ero entrata da Mac per comprare Diva ma ne sono uscita con lui, mai pentita. L’amore è strano 🙂 (€19)

Satin Lipstick Brave Mac: a proposito di amore, lui è stato il primo vero grande amore verso i rossetti nude! Meno resistente rispetto di un matte ma comunque con una buona tenuta. Un rosa antico con una punta di marrone, luminoso e confortevole sulle labbra (€19)

Soft Matte Lip Cream cannes di NYX: sono una fan esagerata di tutte le tinta labbra di nyx, ma la mia preferita è cannes, un beige rosato. Trovo che queste tinte hanno una buona tenuta, non altissima ma, se non c’è in previsione un sano buono e soddisfacente pasto unto e oleoso, possono durare benissimo 4 o 5 ore  (€8,90?)

Natural Powder Blush, nella colorazione toasted coffee, di Benecos: questo è il blush che ho messo di più, insieme ad una vecchia edizione limitata di Kiko, completamente matte e dal color biscotto ( €4,50)

E adesso via, verso il nuovo anno, alla ricerca di nuove sensazioni con nuovi prodotti entusiasmanti. Sono sicura che al prossimo gennaio non mancheranno argomenti. Noi ci risentiamo prima però eh… contente? 🙂

A presto

twitter-icona           icona-facebook-piccola

Follow my blog with Bloglovin

Riordinando il tavolo e le idee

Una decina di pastello labbra neve cosmetics di cui non riesco a dire quale amo di più perchè le adoro tutte (“invidia” però è stato un amore davvero imprevisto ed imprevedibile)… il mascara Le Film Noir di Nabla (inseguito da un bel po’) che da solo non mi ha esaltato, ma in combo con il mio forse sottovalutato (non da me) Essence Multi-Action 

(qui potete ammirarlo fuoriuscire dal pancione di Doraemon) da un risultato che ci vado in giro sentendomi proprio troppo yeah, ancora più del mio solito… le due palettine Pupa Dot Schock, provate entrambe ed antrambe apprezzatisime… la palettina Fallen Tones di PuroBio

(abbiamo una diapositiva in merito) che inizialmente non mi convinceva del tutto e invece adesso ne penso un gran bene… l’ombretto champagne di PuroBio (consigliato da un amico! No dico, ma quante hanno un amico che consiglia ombretti e ci azzecca pure?!? Dai dai ditemi ditemi 🙂 ) che non riesco a smettere di usarlo, nonostante si sia danneggiato in viaggio (che nervi! E’ tutto, come dire, crepato)…

il viaggio appunto, ne ho già accennato, lo so, ma per quanto mi è piaciuto ne parlerei ancora. E come già scritto, ripartirei subito!
Insomma sto sistemando cose e idee, come da titolo. Non solo, sto anche mentalmente sfogliando degli inesistenti appunti per decidere cosa scrivere… e mentre lo faccio, appunto, scrivo. Hai visto mai mi ritrovo con un bel post già pronto? (piaciuto il gioco di parole: appunti per scrivere e poi appunto scrivo… l’avete capito? vabbè, vado oltre). Sullo straccetto magico mi sono già espressa (come per il viaggio, e basta state dicendo, vi vedo! A proposito, i lipbalm devo provarli ancora, ma come fa a scorrermi via così veloce il tempo?!?), quindi sto scrivendo un po’ a caso, come viene, delle altre cosette recenti che hanno arricchito questo strano periodo, fatto di problemi con la connessione, viaggi piacevoli, influenza fastidiosa, weekeend animati. La mia solita altalena di avvenimenti ed emozioni, ma stavolta un po’ più veloce e impegnativa. Una bella sensazione di movimento e vento nei capelli. Per questo ho si pubblicato qualcosa, ma non troppo, e non sono stata molto attenta al resto. Sono stata poco social e non ho seguito altri blog, neanche col reader di WordPress. Adesso recupererò, promesso. Mentre valuto l’idea di un tatuaggio. Eh si. Se sarà un idea vincente genererà il problema di scelta disegno e zona del corpo, insomma è sempre una faticaccia! Ad ogni step e ad ogni fatica archiviata cercherò di scrivere qualcosa qui. Ad esempio, a breve nuova Limited Edition di essence o sbaglio? Lights Of Orient. Qualcuno ne sa già qualcosa? Lo vedete, non c’è mai un attimo di respiro!
P.S.:
L’amico del consiglio per l’ombretto non è gay! 🙂 🙂 🙂
icona-facebook-piccolatwitter-iconabadge_runner

 

 

Il mio gennaio 2016

Il primo mese del 2016 è andato. Un mese importantissimo direi. E’ il mese in cui è nato questo spazio, proprio qui dove ne sto parlando. Uno spazio nuovo e ancora parecchio da perfezionare ma in cui adesso vado a descrivere quello che ho usato di più in questo periodo.
Gennaio viene depo gli eccessi e le spese pazze delle feste e quindi spesso è un mese un po’ low cost. E anche la lista che vado a elencare risente di questo.
Premesso che non sono tutti necessariamente i miei prodotti preferiti, ma sono quelli che ho più utilizzato in questo mese, andiamo nel dettaglio:

mascara multi action essence – volumizza separa e allunga le ciglia. Scelto come ottimo sostituto del lush mania reloaded che essence ha deciso di togliere dal commercio. Per me un must da soli 3 euro

palette all about roses di essence – da amante dei rosa e di tutte le sue sfumature non potevo non averla. Colori “scriventi e polverosi” in rapporto al prezzo che ha (meno di 5 euro), super promossa per il trucco “da tutti i giorni” diciamo, il pack è molto comodo, perfetto per la borsa e per ritoccare il trucco ad ogni esigenza che può sopraggiungere (e sopraggiungono sempre, si sa)

rossetto cherry picking wet n wild – È un fucsia bello e freddo, matt, dall’ottima durata, anche 12 ore e il tutto per soli 3 euro!

kit per sopracciglia wet n wild – Una mini palettina in plastica con all’interno 2 colori uno più chiaro e uno più scuro, una cera fissante, mini pennellino, pinzetta e specchietto. Essenziale. Sta quasi sempre con me, al posto dei circa 4 euro spesi per averlo.

Ombretti duochrome mela stregata e fenice di neve cosmetics – Il primo violaceo con riflessi verde acqua, il secondo color rame con riflessi rosati. Questi li adoro proprio, sarà perchè rispecchiano il mio umore cangiante? Scherzi a parte, cambiano colore a seconda della luce. Sto pensando di prenderne altri

MAC lipstick brave finish satin – MAC è MAC c’è poco da dire. Io non sono molto amante dei nude ma posso dire di essere piacevolmente sorpresa da questo rossetto. Lo definirei rosato, ma credo con una punta di marrone, non l’ho mica ben capito in realtà, ma ho capito che mi piace, è confortevole, rende le labbra morbide e ha anche una buona tenuta.

Translucent mineral powder Hollywood di neve cosmetics – cipria trasparente che per circa 13 euro cancella la lucidità della pelle si applica e… et voilà il viso è liscio!

kajal color prugna di kiko – Questo vero super top! Morbido e facile da sfumare

La BFF di kiko l’ho citata in un altro post. Rossetto matita e smalto tutti di gran gusto!

Anche il fondotinta sublime di PuroBio si è già meritato che ne scrivessi per elogiarlo.

E per chiudere gli immancabili acquisti fatti, come dire per, curiosità, per prova, per sentito dire e per voglia di shopping del momento o chilosaperchè. Di questi, 2 sono andati alla grande:
blush toasted coffee di benecos
kajal black sempre di benecos

E adesso si volta pagina, siamo febbraio. Sempre qui e sempre in movimento. Ci sarà da cambiare, da confermare, da acquistare e da cercare. E ormai anche da continuare a scriverne.

Un saluto a tutte, e a presto

Fondotinta Sublime PuroBIO Cosmetics

Che altro aggiungere? un nome una garanzia. No? Vabbè ma qualcosa la dico comunque: colorazione 03 biologico, per amanti del bio e del buon “inci” come me. Ho appunto amato questo fondo fin dalla prima applicazione… no non è vero, l’amore a prima vista non esiste. Alla prima applicazione sono rimasta sconvolta: prodotto super pastoso e ad asciugatura rapida, ma che dico rapida istantanea. Infatti ero istantaneamente a chiazze, perché io abituata a fondi liquidi e facili da lavorare sono andata ovviamente a stendere il prodotto con i polpastrelli, un disastro! Non mi sono arresa, lo avevo scelto, avevo deciso che lui era il fondo che faceva per me, con quel nome, caro ‘sublime’ non puoi deludermi. Al primo incontro non scatta l’amore ma l’interesse c’è, quindi nei giorni a seguire mi armo di pazienza e beauty blender e il risultato è cambiato totalmente. Beauty blender umida e mi si è aperto un nuovo mondo… eccolo li il mio fondo del ❤️  Il top l’ha raggiunto con l’acquisto del pennello a setole piatte sempre di puro bio il numero 03 (anche su di lui ci sarebbe da parlare…). Coprenza alta ed omogenea. Certo è da lavorare velocemente perché, come detto, si asciuga subito, ma facendo attenzione a questo piccolo particolare il gioco è fatto. Non si sente sulla pelle e nel mio caso non ci sta neanche bisogno di cipria per fissare il tutto. Per chi volesse una coprenza media è meglio a parer mio usare la beauty blender umida. Costo accessibile (13,90 circa mi sembra) e dispnibile in 6 colorazioni.