Acqua dell’Elba

Il profumo è importante! Altro che accessorio. Per me che sono molto difficile a farmi conquistare dalle varie fraganze, quelli che nel tempo ho usato e preferito, e che al momento uso, si contano con una mano sola. Quindi siccome avanzavano dita libere ecco che oggi vi racconto del mio nuovo profumo, entrato a far parte della mia Top5. Questo sogno olfattivo lo inseguivo da tanto tempo. Continuando a dire in giro quanto avessi desiderio di sperimentarlo ecco che per Natale me lo sono ritrovato sotto l’albero. A sorpresa, inatteso, e per questo ancora più bello.
E’ emerso come dal mare, da un pacchetto che aveva il compito di camuffarlo, per non farmelo riconoscere, ed eccolo li, nella sua elegante confezione, inevitabilmente verde acqua. Confezione regalo con una composizione scelta per me. Profumo da 50ml e delle splendide conchiglie profumate che al momento stanno dando un aria nuova ai miei armadi e cassetti.
A dire il vero si sentono un po’ ovunque ormai 🙂
Ma torniamo al profumo. Lo conoscete? Io me ne sono innamorata in uno dei miei allegri giri estivi di qualche tempo fa, è stato amore a prima… annusata!
E ora finalmente è mio ed è qui con me, addosso a me!.
Prende posto sul podio, insieme a ben pochi altri eletti, come detto prima e come scritto qualche tempo fa.
Il brand dell’amore di cui sto emozionalmente scrivendo è Acqua dell’Elba.
Le versioni non sono moltissime. La mia preferita è la classica, ma ne esistono altre 3: blu, arcipelago e sport. Tutte sono acquistabili sia come eau de toilette che eau de parfum. Ovviamente sia per uomo che per donna.
Posso parlare con cognizione di causa, e con vero trasporto, solo della classica, le altre 3 non mi coinvolgono altrettanto. Almeno per ora, ma ci lavorerò su….
La versione classica è, a parer mio, un profumo molto femminile oltre che persistente, ma è al contempo delicato e fresco, è fiorito oserei dire, seppur col profumo del mare!
Sa di arancio e gardenia, anzi per dirla come quelli bravi che lo descrivono di “mirto, gelsomino, arancio, gardenia, macchia mediterranea e cisto marino”
Ma oltre a quello che potrete leggere sul sito o sui social relativi, quello che mi sento di aggiungere con trasporto è che Acqua dell’Elba eau de parfum in versione classica è… è il mare dell’isola addosso, è la sensazione di contatto con la spiaggia al mattino col sole, è il benessere che ti da la brezza guardando le onde, è un immersione nella natura che da il meglio di se, è la consapevolezza, non ostentata, di non poter passare inosservati, la stessa che ha il mare quando ci passate vicino da una strada panoramica, da cui ammirate le onde e il blu, il degradare del terreno armonioso con la macchia mediterranea a far da contorno, il tutto sotto al sole dell’estate o alla luna piena anche dell’inverno. E’ un sacco di cose belle insomma! Sono sensazioni difficili da descrivere, ma che sono certa comincerete a comprendere anche solo sostando davanti alla porta d’ingresso di uno dei negozi esclusivi.
Esclusivi e particolari. Un po’ come tutto il marchio. La particolarità di tutti i prodotti Acqua dell’Elba infatti sta nelle materie prime e nella lavorazione. Tutto nasce all’isola d’elba. Dall’idea originale alla realizzazione, passando per i materiali, esclusivamente reperiti nell’isola e lavorati successivamente solo a mano dagli artigiani locali.
Insomma un marchio particolare e meritevole secondo me. E soprattutto un profumo veramente speciale.
Provatelo appena potete, ve lo dico spassionatamente. E ve lo dico solo ora perchè adesso il mio ce l’ho qui con me, quindi sono arrivata prima 😉
Poi fatemi sapere, ok? Vi aspetto!
Un saluto alla brezza marina per tutte voi.

twitter-icona     icona-facebook-piccola

Follow my blog with Bloglovin

 

 

Una donna senza profumo è una donna senza avvenire

La frase non è mia… se qualcuno la legge poi commenti scrivendo l’autrice! Dai dai dai 🙂

Oggi giornata grigia, nebbia, impegni e umore un po’ così…. perchè? E che ne so, che ci sta un perchè per i cambi di umore? Che domande. Un po’ di buon umore però me lo sta mettendo la preparazione per uscire. Sono stranamente in anticipo e l’impegno che mi attende è piacevole, allora voglio scrivere qualcosa sul profumo prima di andare. Mi è capitato ieri di scambiare un opinione sul web, mi è rimasta questa idea, e oggi voglio dilungarmi un pelino di più.
Il profumo è l’accessorio di moda basilare, indimenticabile, non visto, quello che preannuncia il tuo arrivo e prolunga la tua partenza.
E’ sempre la stessa della frase che fa da titolo che lo dice… e come e perchè darle torto? 🙂
Io non sono molto varia nelle mie scelte e preferenze. Me ne piacciono pochi e per lo più quelli con base floreale.
Al momento il mio top è Chloè
Scoperto da poco ma è stata subito passione vera!
E questa passione nuova e fulminante si è subita messa a competere con la stabilità rassicurante e irrinunciabile di Issey Miyake . L’eau de toilette però. A me piace quello.
Questi 2 mi si stanno litigando senza esclusione di colpi. Ne sono molto lusingata ovviamente.
Loro sono veramente i miei profumi, quelli che quando stanno per finire mi mettono in agitazione e non posso far trascorrere troppo tempo prima di riavere le mie scorte.
Poi ci sono pochi altri che, a debita distanza, incontrano i miei gusti difficili e gradimenti centellinati.
Accordo Viola Erbolario ad esempio. Fresco ed estivo. Io lo “sento” così.
E poi 2 pezzi storici che non dimentico mai: ck one e il più difficilmente trovabile Escape.
Forse sarò un po’ troppo vintage, per non dire peggio, ma dai, appena li “sento” me ne frego, mi piacciono eccome e va bene così! Un altro che mi stuzzica per bene è Musk di Alissa Ashley.
Ma oggi è proprio giornata da Chloè. Posso andare verso il mio sicuro avvenire fiduciosa e con sguardo fiero, dietro i miei occhiali scuri!
A presto