Cura delle labbra

Ciao a tutte e tutti. Oggi una nuova esperienza ed emozione: un post scritto in viaggio. Niente PC quindi, solo dispositivi mobili. Spero che la qualità di quanto scriveró non ne risenta troppo… Tra un aereo e l’altro, concidenza di due ore, eccomi qua quindi, direttamente dalla sempre splendida Barcellona, a scrivervi di scrub e crema riparatrice. Più precisamente:scrub labbra agrumato e crema labbra riparatrice agrumata entrambi 15ml di Bio Officina Toscana.

Premessa necessaria: per me la cura delle labbra è molto importante, soprattutto d’inverno. Oltre agli ovvi motivi legati al clima va aggiunto che le mie labbra, seppur piuttosto apprezzabili (e apprezzate) come forme e dimensioni 🙂 tendono a essere molto secche. Inoltre io le completo e incornicio, sempre o quasi, con rossetti e prodotti matte e retromatte, quindi va da se che necessitano di grandi cure e attenzioni. Per questo ho trovato questa combo di grandi soddisfazioni. Lo scrub si presenta in un simpatico barattolino bianco e rosa contenente i 15ml di prodotto. È molto delicato ed elimina pellicine e ogni tipo di imperfezione lasciando le labbra morbide. Ha un odore che mi piace da morire. Oltre che gli agrumi ci sento la frutta secca e il sapore mi piace quanto l’odore. Non posso negare di averlo proprio “assaggiato” con gusto. Per questo scrub esiste anche una versione “goloso”, così come per la crema. E vista la bontà, in tutti i sensi, del non goloso non vedo l’ora di “provare” le versioni golose. E veniamo alla crema appunto: è all’interno di un tubetto, in stile contorno occhi, anche questo bianco e rosa. Rispetto a tutte le altre che ho usato questa non unge, non lascia sensazioni fastidiose e appiccicose dopo l’applicazione, è una vera e propria crema che dopo l’applicazione si asciuga e crea uno strato leggero e trasparente di protezione per le labbra da agenti atmosferici. Per come mi ci trovo io con crema e scrub mi sento protetta pure dagli agenti segreti! Ah dimenticavo, dettaglio non da poco: la crema è anche un ottima base per i rossetti. Li fa durare più a lungo! 

Insomma che ne pensate della mia combo? Vi piace? Io adesso mi imbarco. A presto da chissà dove….

Sfida Contorno Occhi

contorno occhi idratante azione rigenerante all’olio di rosa mosqueta de I Provenzali Bio
VS
contorno occhi antirughe all’olivello spinoso bio toscano di Biofficina Toscana

Premetto che forse questi due contorno occhi non sono paragonabili, in quanto il primo non è antirughe come il secondo. Però li ho utilizzati entrambi e sono ispirata a scrivere, quindi ho deciso di metterli a confronto. Il blog è mio e faccio come voglio no? 🙂
Il contorno occhi de I Provenzali è idratante e promette uno sguardo luminoso, quindi come fai a non dargli ascolto? Sull’idratazione ci siamo, ma l’effetto sguardo luminoso qui da me non è pervenuto! Forse dipende dalle persone che frequento abitualmente che non sanno coglierlo, chissà… ma ad onor del vero va detto che io ho un contorno occhi particolarmente secco, quindi ho bisogno di maggiore idratazione, ancora di più caro olio di rosa mosqueta, mi dispiace. A parer mio quindi questo contorno occhi è perfetto per le più giovani, non che io non lo sia, dico le PIU’ giovani di me, capito? Insomma giovani o comunque chi non ha il contorno occhi particolarmente secco o segnato (segnato dal tempo? Ma no, dalle esperienze, dagli accadimenti, dalla vita intensa, queste cosa qua), perché appunto non è anti age.
Probabilmente più in là lo userò, (tra le altre cose ho anche in programma di ringiovanire, come Benjamin Button) ma vista la secchezza della zona in questione, per ora non è il caso. Attualmente quindi ho riposto la mia fiducia nel contorno occhi antirughe di Biofficina Toscana. Ebbene sì, questo è anche antirughe. Bisogna prepararsi per tempo, prevenire, farsi trovare pronti, quindi alla mia età si può cominciare a farne uso, ma senza pensarci troppo. Si vede che non ci penso minimamente, no?
Il prodotto in questione è a base di olivello spinoso bio toscano e a me questo già lo fa risultare foneticamente troppo simpatico! Ma parlandone più seriamente aggiungo che è molto idratante ma si asciuga velocemente, lasciando la pelle morbida, non unge e ha un buonissimo odore fruttato. Sia ben chiaro, è un contorno occhi, non fa miracoli, ma per me è più che promosso! Facilmente reperibile nelle bio profumerie o sul web al costo di 15,50
Ok la sfida è finita, spero il mio parere possa esser utile a qualcuno. Giovani e non 🙂
Ciao a tutt* e a presto.

icona-facebook-piccolatwitter-iconabadge_runner

 

 

And the winner is…

Sto saltellando felice! Ok è solo il primo utilizzo, serve qualche altra conferma, non so come funziona e non so come sia possibile, non so bene con che materiale sia fatto, non so niente ma so solo che mi sono struccata con uno straccio in due minuti!! Uno straccio da Oscar!

E adesso shampoo

Come tutte credo di aver provato nel tempo, e di avere in questo momento in bagno, milioni(!) di shampoo per capelli. E’ un po’ come per i mascara, almeno per me, non basta una vita per trovare quello giusto! Voi che ne dite?
In realtà forse adesso state dicendo “certo adesso arrivi tu e ci dici che l’hai trovato“. La risposta è ovviamente no. Non siamo mai soddisfatte ovviamente, la ricerca è continua. Quindi non è che l’ho trovato definitivamente, si può sempre migliorare, ma lo shampoo di cui sto per scrivere secondo me vale la pena provarlo! Insomma mi ha fatto contenta! 🙂
Bio Shampoo Salvia e Limone. Seboregolatore, ideale per capelli grassi. La Saponaria Costo 8 euro.
E’ uno shampoo concentrato, quindi ce ne vuole poco per avere capelli puliti, altrimenti può anche essere diluito. E’ appunto uno shampoo consigliato per capelli grassi, aiuta a prevenire la forfora, è delicato sulla cute e non secca le lunghezze. Insomma un ottimo prodotto.
Se proprio vogliamo trovargli una pecca, questa è forse un po’ l’odore, sa di erbe, appunto di salvia e mi ha fatto pensare anche all’ ortica. Ma poi da asciutto questo odore svanisce, e i capelli saranno puliti anche fino a 3 4 giorni (almeno i miei) e non so per voi ma per me è una conquista!
Tanto poi ci sarà sempre qualche buon motivo per lavarli prima, si sa…
Per concludere aggiungo che è un prodotto biologico, quindi non contiene ingredienti dannosi, e questo è senza dubbio un valore aggiunto!
Se vi va o vi capita di provarlo fatemi sapere.
Ciao a tutte.

A presto, e mi raccomando, seguitemi anche sui social 🙂 My Facebook  My twitter

 

Il mio gennaio 2016

Il primo mese del 2016 è andato. Un mese importantissimo direi. E’ il mese in cui è nato questo spazio, proprio qui dove ne sto parlando. Uno spazio nuovo e ancora parecchio da perfezionare ma in cui adesso vado a descrivere quello che ho usato di più in questo periodo.
Gennaio viene depo gli eccessi e le spese pazze delle feste e quindi spesso è un mese un po’ low cost. E anche la lista che vado a elencare risente di questo.
Premesso che non sono tutti necessariamente i miei prodotti preferiti, ma sono quelli che ho più utilizzato in questo mese, andiamo nel dettaglio:

mascara multi action essence – volumizza separa e allunga le ciglia. Scelto come ottimo sostituto del lush mania reloaded che essence ha deciso di togliere dal commercio. Per me un must da soli 3 euro

palette all about roses di essence – da amante dei rosa e di tutte le sue sfumature non potevo non averla. Colori “scriventi e polverosi” in rapporto al prezzo che ha (meno di 5 euro), super promossa per il trucco “da tutti i giorni” diciamo, il pack è molto comodo, perfetto per la borsa e per ritoccare il trucco ad ogni esigenza che può sopraggiungere (e sopraggiungono sempre, si sa)

rossetto cherry picking wet n wild – È un fucsia bello e freddo, matt, dall’ottima durata, anche 12 ore e il tutto per soli 3 euro!

kit per sopracciglia wet n wild – Una mini palettina in plastica con all’interno 2 colori uno più chiaro e uno più scuro, una cera fissante, mini pennellino, pinzetta e specchietto. Essenziale. Sta quasi sempre con me, al posto dei circa 4 euro spesi per averlo.

Ombretti duochrome mela stregata e fenice di neve cosmetics – Il primo violaceo con riflessi verde acqua, il secondo color rame con riflessi rosati. Questi li adoro proprio, sarà perchè rispecchiano il mio umore cangiante? Scherzi a parte, cambiano colore a seconda della luce. Sto pensando di prenderne altri

MAC lipstick brave finish satin – MAC è MAC c’è poco da dire. Io non sono molto amante dei nude ma posso dire di essere piacevolmente sorpresa da questo rossetto. Lo definirei rosato, ma credo con una punta di marrone, non l’ho mica ben capito in realtà, ma ho capito che mi piace, è confortevole, rende le labbra morbide e ha anche una buona tenuta.

Translucent mineral powder Hollywood di neve cosmetics – cipria trasparente che per circa 13 euro cancella la lucidità della pelle si applica e… et voilà il viso è liscio!

kajal color prugna di kiko – Questo vero super top! Morbido e facile da sfumare

La BFF di kiko l’ho citata in un altro post. Rossetto matita e smalto tutti di gran gusto!

Anche il fondotinta sublime di PuroBio si è già meritato che ne scrivessi per elogiarlo.

E per chiudere gli immancabili acquisti fatti, come dire per, curiosità, per prova, per sentito dire e per voglia di shopping del momento o chilosaperchè. Di questi, 2 sono andati alla grande:
blush toasted coffee di benecos
kajal black sempre di benecos

E adesso si volta pagina, siamo febbraio. Sempre qui e sempre in movimento. Ci sarà da cambiare, da confermare, da acquistare e da cercare. E ormai anche da continuare a scriverne.

Un saluto a tutte, e a presto

Una donna senza profumo è una donna senza avvenire

La frase non è mia… se qualcuno la legge poi commenti scrivendo l’autrice! Dai dai dai 🙂

Oggi giornata grigia, nebbia, impegni e umore un po’ così…. perchè? E che ne so, che ci sta un perchè per i cambi di umore? Che domande. Un po’ di buon umore però me lo sta mettendo la preparazione per uscire. Sono stranamente in anticipo e l’impegno che mi attende è piacevole, allora voglio scrivere qualcosa sul profumo prima di andare. Mi è capitato ieri di scambiare un opinione sul web, mi è rimasta questa idea, e oggi voglio dilungarmi un pelino di più.
Il profumo è l’accessorio di moda basilare, indimenticabile, non visto, quello che preannuncia il tuo arrivo e prolunga la tua partenza.
E’ sempre la stessa della frase che fa da titolo che lo dice… e come e perchè darle torto? 🙂
Io non sono molto varia nelle mie scelte e preferenze. Me ne piacciono pochi e per lo più quelli con base floreale.
Al momento il mio top è Chloè
Scoperto da poco ma è stata subito passione vera!
E questa passione nuova e fulminante si è subita messa a competere con la stabilità rassicurante e irrinunciabile di Issey Miyake . L’eau de toilette però. A me piace quello.
Questi 2 mi si stanno litigando senza esclusione di colpi. Ne sono molto lusingata ovviamente.
Loro sono veramente i miei profumi, quelli che quando stanno per finire mi mettono in agitazione e non posso far trascorrere troppo tempo prima di riavere le mie scorte.
Poi ci sono pochi altri che, a debita distanza, incontrano i miei gusti difficili e gradimenti centellinati.
Accordo Viola Erbolario ad esempio. Fresco ed estivo. Io lo “sento” così.
E poi 2 pezzi storici che non dimentico mai: ck one e il più difficilmente trovabile Escape.
Forse sarò un po’ troppo vintage, per non dire peggio, ma dai, appena li “sento” me ne frego, mi piacciono eccome e va bene così! Un altro che mi stuzzica per bene è Musk di Alissa Ashley.
Ma oggi è proprio giornata da Chloè. Posso andare verso il mio sicuro avvenire fiduciosa e con sguardo fiero, dietro i miei occhiali scuri!
A presto

MAC che amore

Visto quanto di imprevisto e inquietante mi è successo in mattinata, per proseguire bene la giornata mi servivano grandi certezze. E quindi, alla fine o quasi delle varie operazioni, sono finita a rimirarmi con gli occhi “sbirlluccicanti” i miei rossetti MAC. Si, loro sono i miei preferiti e sono fantastici! Credo di non dire niente di nuovo ed eclatante, lo so. Parlar bene dei rossetti MAC è un po’ come dire che Al Pacino è un grande attore, che Venezia è una città splendida, che Freddie Mercury era un grande, che Gossip Girl è stata una fantastica serietv, e via dicendo di questo tipo, ma come detto ero in vena di sicurezze.
Secondo me ogni donna, a meno che non debba scontare qualche colpa gravissima, meriterebbe di possedere almeno un rossetto MAC, che a parer mio è il rossetto per eccellenza. L’ho già detto? Si è capito che li adoro?
Insisto, e voglio sfogarmi:
MAC lispstick , esistono diversi tipi di finish, io voglio parlare un po’ dei miei preferiti: matte, retromatte e satin. I primi due resistenti a tutte le intemperie l’ultimo un po’ meno ma comunque resistente. Avere labbra ben idratate può aiutare per indossarli al meglio, perché questi finish tendono a seccarle un po’ e si potrebbe rischiare di ritrovarsi con delle antiestetiche pellicine in evidenza, ma con questa piccola accortezza si avranno labbra perfette per tutto il giorno!
Con loro addosso puoi parlare, mangiare, bere, fumare, ma si anche baciare (credo sia in arrivo un certo san valentino) e loro restano li, con il loro bel colore in mostra, senza andarsene in giro per il viso!
Proprio per San Valentino alle porte, diciamo no ai regalini, ai pensierini, ai cioccolatini, ai gioielli, ai mazzi di fiori… vogliamo mazzi di trucchi, in questo caso di rossetti. (Beh magari per i gioielli facciamo che il no non sia proprio secco, come per le labbra).
Che il nostro Valentino ci delizi in questo modo allora. E se Valentino non c’è peggio per lui, facciamo da sole.
Scelgo i miei 3 top: Rebel, D For Danger e Ruby Woo. Tre bei colori intensi e decisi. Anche tra i nude ce ne sono diversi degni di nota. In questo periodo sono follemente innamorata del mio ultimo “bimbo”: Brave
Si potrebbe stare qui a parlare di rossetti MAC per delle ore. Ma adesso non resisto più, devo andare a metterne su uno, di corsa!
A presto gente!

Fondotinta Sublime PuroBIO Cosmetics

Che altro aggiungere? un nome una garanzia. No? Vabbè ma qualcosa la dico comunque: colorazione 03 biologico, per amanti del bio e del buon “inci” come me. Ho appunto amato questo fondo fin dalla prima applicazione… no non è vero, l’amore a prima vista non esiste. Alla prima applicazione sono rimasta sconvolta: prodotto super pastoso e ad asciugatura rapida, ma che dico rapida istantanea. Infatti ero istantaneamente a chiazze, perché io abituata a fondi liquidi e facili da lavorare sono andata ovviamente a stendere il prodotto con i polpastrelli, un disastro! Non mi sono arresa, lo avevo scelto, avevo deciso che lui era il fondo che faceva per me, con quel nome, caro ‘sublime’ non puoi deludermi. Al primo incontro non scatta l’amore ma l’interesse c’è, quindi nei giorni a seguire mi armo di pazienza e beauty blender e il risultato è cambiato totalmente. Beauty blender umida e mi si è aperto un nuovo mondo… eccolo li il mio fondo del ❤️  Il top l’ha raggiunto con l’acquisto del pennello a setole piatte sempre di puro bio il numero 03 (anche su di lui ci sarebbe da parlare…). Coprenza alta ed omogenea. Certo è da lavorare velocemente perché, come detto, si asciuga subito, ma facendo attenzione a questo piccolo particolare il gioco è fatto. Non si sente sulla pelle e nel mio caso non ci sta neanche bisogno di cipria per fissare il tutto. Per chi volesse una coprenza media è meglio a parer mio usare la beauty blender umida. Costo accessibile (13,90 circa mi sembra) e dispnibile in 6 colorazioni.